giovedì 17 marzo 2016

Miriam Leone: «Potete amarmi, ma non sarò mai vostra»

Gli ultimi successi televisivi hanno il volto di Miriam Leone. Qui l’attrice italiana posa per Grazia al teatro La Fenice di Venezia. E racconta del giorno in cui ha capito che la seduzione è energia, ma niente è potente come una donna libera
Da dove si inizia a raccontare Miriam Leone? La domanda, stavolta, me la faccio io. Perché dopo una giornata passata insieme al teatro La Fenice di Venezia, sul set del servizio fotografico che vedete in queste pagine, e due ore al telefono il giorno dopo, io a Milano e lei a Roma, a parlare come fossimo amiche da tempo, tracciare un suo ritratto rimanendo fedele alla donna complessa che è, mi sembra un’impresa impossibile. Catanese, 30 anni, conduttrice del programma tv Le Iene, è bella di una bellezza elegante, misteriosa. Quando la vedo, nel primo ordine di palchi del teatro, sta ridendo mentre le appuntano una spilla sul vestito. Ci presentiamo, e lei mi guarda subito le scarpe: sono comodissimi zoccoli ortopedici. «Ce li ho anche io! Non sono stupendi? Hanno solo un difetto secondo me: quando li metti, non puoi più farne a meno». E mi parla di quanto le piaccia fare shopping online e di quando, girando la serie tv di Rai Tre Non uccidere, non ha potuto farlo: «Giravamo 15 ore al giorno, ma soprattutto Valeria, il mio personaggio, non sarebbe proprio il tipo da mettersi a comprare compulsivamente al computer». Miriam, che quando interpreta una donna si comporta come lei, è la stessa persona che il giorno dopo al telefono mi racconta che ha appena messo il brodo nel freezer, che adora cucinare e che, in coda alla cassa del supermercato, guarda sempre la spesa dei vicini: «Nei carrelli scopri chi ha bambini, chi è a dieta, chi sta organizzando una cena romantica». Ed è sempre la stessa che, parlando dello scrittore e regista Pier Paolo Pasolini e dell’artista Marina Abramović, mi spiega: «Amo la poesia, ho il Can- zoniere di Petrarca sul comodino. La poesia è la sintesi estrema della vita, è musicalità e ritmo. È la lama che ti risveglia dall’assopimento del quotidiano». Ecco, e adesso da dove inizio? Ma da qualche parte bisogna pure farlo, quindi partiamo dai detti siciliani. «Chiu scuru’ i menzanotti ’un pò fare»: è uno dei suoi preferiti. E forse, ripensando alla nostra conversazione, quello che più rappresenta Miriam, un equilibrio incantevole di notte e di giorno, di luce e oscurità.


Che cosa significa?
Leggi il resto dell’intervista sul numero di Grazia in edicola questa settimana

venerdì 19 febbraio 2016

Silvio Orlando e Fabio Volo, nuova coppia per "Un paese quasi perfetto"

Un buco di paese sperduto nelle Dolomiti lucane, pochi abitanti che non lo vogliono lasciare, un progetto per far ripartire la comunità e un rampante chirurgo estetico che arriva da Milano. Atmosfere da Benvenuti al Sud e tono delicato di commedia per il ritorno alla regia di Massimo Gaudioso, lo sceneggiatore di tanti film di Matteo Garrone dall'Imbalsamatore al Racconto dei Racconti, Gomorra incluso (e non solo: firma anche L'abbiamo fatta grossa di Carlo Verdone) , con due film collettivi alle spalle (Il caricatore e La vita è una sola). E' Un paese quasi perfetto, in sala dal 24 marzo, con protagonista una coppia inedita, Silvio Orlando e Fabio Volo e nel cast Miriam Leone, Carlo Buccirosso e Nando Paone.

Pietramezzana, piccolo paese della Basilicata, rischia di scomparire. I giovani lo stanno abbandonando e i pochi abitanti rimasti, per lo più ex minatori, vivono con una cassa integrazione che minaccia di trasformarsi presto in disoccupazione permanente. Ci sarebbe di che scoraggiarsi. E invece no. I suoi abitanti, trascinati dal vulcanico Domenico (Silvio Orlando) non demordono e, non appena intravedono nell’apertura di una fabbrica la soluzione a tutti i loro guai, si attivano affinché il progetto vada a buon fine. La prima cosa da fare è trovare un medico - senza il medico non può esserci nessuna fabbrica – e fortuna vuole che si imbattano in Gianluca Terragni (Fabio Volo), rampante chirurgo estetico milanese.

La seconda cosa, ben più complicata, sarà convincerlo a restare! E per non fargli sentire la mancanza del wi-fi, del sushi o della musica jazz, le proveranno tutte, arrivando perfino a mettere in piedi una poco probabile squadra di cricket. Basterà questo o le altre mille attenzioni a farlo restare? Basterà la bellissima Anna (Miriam Leone)?

Il trailer in anteprima per l'ANSA: http://www.ansa.it/lifestyle/notizie/video/incartellone/2016/02/18/un-paese-quasi-perfetto.-trailer-in-anteprima-ansa_497fcb61-7f6c-40e0-bfc8-b53dc5b70158.html

lunedì 8 febbraio 2016

" Un paese quasi perfetto" in anteprima mondiale al "Los Angeles, Italia - Film, Fashion and Art Fest"

Sarà 'Chiamatemi Francesco' ('Call me Francesco') di Daniele Luchetti, il film su Papa Bergoglio prodotto da Pietro Valsecchi per Medusa, ad aprire al teatro cinese di Hollywood l'undicesima edizione di 'Los Angeles, Italia - Film, Fashion and Art Fest', l'evento che dal 21 al 27 febbraio, nella settimana che precede l'assegnazione degli Oscar, accende i riflettori sul cinema italiano. In anteprima mondiale verranno presentate quattro opere: 'Un paese quasi perfetto' di Massimo Gaudioso con Silvio Orlando, Fabio Volo, Carlo Buccirosso, Nando Paone, Miriam Leone, produzione Cattleya per Rai Cinema che uscirà in Italia il 24 marzo. A seguire, 'Il traduttore' (The Interpreter) di Massimo Natale con Claudia Gerini, Il confine di Carlo Carlei, e Senza fiato (Breathless) di Raffaele Verzillo con Francesca Neri. ''Inaugureremo l'attesa festa del cinema italiano a Hollywood con il bel film di Luchetti su Papa Francesco in virtù della potenza emozionale del progetto che ha tutti i presupposti per essere accolto con attenzione dal pubblico internazionale", spiega il produttore del Festival Pascal Vicedomini. Il cartellone della manifestazione prevede anche un tributo ad Ennio Morricone in vista della notte degli Oscar (in collaborazione con la Siae e l'Ice) e una retrospettiva dedicata a Mario Martone. "Nel corso del festival - spiega Vicedomini - proporremo molte novità della produzione italiana più recente che potranno coinvolgere la platea americana insieme a tante altre anteprime e con un occhio particolare alla commedia, un genere che da sempre racconta il nostro Paese''. Tra le proiezioni più attese, 'Perfetti sconosciuti' di Paolo Genovese, in uscita nelle sale italiane, l'ultimo successo di Carlo Verdone in coppia con Antonio Albanese 'L'abbiamo fatta grossa', accompagnato dai produttori Aurelio e Luigi De Laurentiis, 'Io che amo solo te' di Marco Ponti, 'Belli di papà' di Guido Chiesa, 'La felicità è un sistema complesso' di Gianni Zanasi, 'Tutte lo vogliono' di Alessio Maria Federici, 'Ma che bella sorpresa' di Alessandro Genovesi, 'Vinicio Capossela il paese dei Coppoloni' di Stefano Obino e 'La Buona uscita' di Enrico Iannaccone, regista rivelazione all'ultima edizione del Festival "Capri, Hollywood". Los Angeles Italia 2015 è promosso con il sostegno del Mibact (Dg Cinema) in collaborazione con Ice, Anica, Siae, Mediaset, Ambi Group. E con la partecipazione di Bank Of the West, Isaia e il patrocinio della Camera di Commercio di Hollywood e del Consolato Generale italiano di Los Angeles.

Fonte: http://www.ansa.it/

martedì 2 febbraio 2016

Foto e Video "Le Iene" e "Non Uccidere"

Sono stati caricati foto e video da:
- Seconda puntata de "Le Iene": Foto & Video
- Decimo episodio di "Non Uccidere": Caps & Video

venerdì 29 gennaio 2016

Foto e Video "Le Iene" e "Non Uccidere"

Inserite le foto:
- Le Iene: foto e caps dalla prima puntata
- Non Uccidere: caps di tutte gli episodi andati finora in onda nel 2016

Tutti i video invece li potete trovare in questa pagina nella sezione dedicata: Miriam Leone: Foto&Video

martedì 19 gennaio 2016

Le Iene Show: ecco chi sono (davvero) i nuovi conduttori

Da diverse settimane si inseguono in rete notizie e indiscrezioni sul nuovo cast della trasmissione «Le Iene Show» di Italia 1, ma soltanto Sorrisi oggi è in grado di darvi con certezza assoluta i nomi dei nuovi presentatori del programma, e come si divideranno nella conduzione.


Saranno due gli appuntamenti settimanali, entrambi in prima serata su Italia 1. Il primo, in onda la domenica sera, sarà presentato da Geppi Cucciari, Miriam Leone e Fabio Volo. Il secondo, il martedì sera, vedrà sempre Geppi Cucciari con Pif e Nadia Toffa.

Fonte: http://www.sorrisi.com

giovedì 14 gennaio 2016

Miriam su "Gioia"

Il settimanale "Gioia" in edicola da oggi dedica a Miriam la copertina e un bellissimo servizio fotografico corredato da un'intervista dove racconta dei suoi progetti passati e futuri.