lunedì 16 gennaio 2017

Da Pif a Placido e Servillo, a Londra il meglio del cinema italiano

Cinque giorni all'insegna del cinema d'autore italiano, tra proiezioni, incontri e dibattiti. Londra dal primo al 5 marzo ospita la settima edizione di Cinema Made in Italy presso il Cinè Lumière a South Kensington, con l'organizzazione di Istituto Luce - Cinecittà e il supporto dell'Istituto italiano di cultura di Londra.

Un concentrato del meglio della recente stagione cinematografica del Bel Paese approda proprio nella capitale inglese, dopo essere passato per successi ai botteghini e festival nazionali ed internazionali. Come ad esempio "Orecchie" di Alessandro Aronadio che proprio all'ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia è stato definito un caso, per il successo registrato e per la capacità di aver lavorato con micro budget. O anche il secondo lavoro di Pif, "In guerra per amore", una sorta di prequel storico del pluripremiato "La mafia uccide solo d'estate". Spazio anche al docu-film su uno dei temi di attualità tra i più scottanti: l'immigrazione. Lo affronta l'attore teatrale Pippo Delbono nei panni questa volta di regista del suo "Vangelo".

Fonte: http://www.londraitalia.com/

martedì 10 gennaio 2017

Miriam ospite a Sanremo?

«Caro Carlo, accetto il tuo invito, sarò a Sanremo», così Maria De Filippi ha dato il suo sì per condurre il Festival accanto a Carlo Conti. Lo scrive il settimanale «Chi» nel numero in edicola da domani, 11 gennaio, in un articolo nel quale svela in esclusiva i retroscena della trattativa segreta durata quasi un anno.

Il settimanale diretto da Alfonso Signorini anticipa anche i nomi dei primi ospiti certi: Tiziano Ferro, Zucchero, Giorgia, Paola Cortellesi e Miriam Leone. In trattativa Marco Mengoni e Maurizio Crozza. Tra i big internazionali il settimanale fa i nomi di Ed Sheeran e Stevie Wonder.

Fonte: http://www.lastampa.it

mercoledì 21 dicembre 2016

Dal 7 gennaio le repliche di "Non Uccidere"

Valeria sta per tornare sui nostri schermi: in attesa dei nuovi episodi le cui riprese sono in corso in questi mesi, da sabato 7 gennaio in seconda serata su Rai3 sono previste le repliche della prima stagione di Non Uccidere,

In Arte Nino: Germano interpreta Nino Manfredi, a breve su Rai1

Ad aprire la decima edizione del #RomaFictionFest è stato il film per la televisione “In arte Nino – Manfredi”, diretto dal figlio Luca Manfredi, prodotto da Federico Scardamaglia per la Compagnia Leone Cinematografica e Rai Fiction. Scritto da Dido Castelli (amico e collaboratore di Manfredi) Luca Manfredi, alla sceneggiatura troviamo Elio Germano - protagonista e interprete proprio Nino Manfredi.

Il tv movie ripercorre la vita dell’attore ciociario, il cui vero nome era Saturnino Manfredi, dal 1943 quando, dopo l’esperienza del sanatorio, intraprende gli studi in Accademia d’Arte Drammatica di Roma, fino al successo nel 1958 con Canzonissima. Anni che si intrecciano con le speranze di un Paese che vuole dimenticare la guerra e reinventarsi in un futuro migliore.

Nino Manfredi, con gli indimenticabili Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi appartiene a quel gruppo di attori definiti i mostri della commedia italiana; ma sappiamo che ciascuno di questi attori seppe interpretare memorabili opere drammatiche.

Protagonista di tanti film commedia ricordiamo “Operazione San Gennaro” e “Straziami ma di baci saziami”; Nino Manfredi non si sottrasse a film a tematica sociale quali i coinvolgenti “Café Express” sulla condizione di precarietà vissuta al Sud e “Pane e cioccolata” sull'emigrazione.

Nella fiction televisiva, Nino Manfredi è ricordato principalmente nel ruolo di Geppetto nello sceneggiato “Pinocchio” diretto da Luigi Comencini e nella fortunata serie investigativa “Linda e il brigadiere”.

Oltre ad Elio Germano, nel film tv “In arte Nino”, ci sono Stefano Fresi, Miriam Leone (la moglie Erminia Ferrari), Duccio Camerini (papà Romeo), Giorgio Tirabassi, Anna Ferruzzo, Leo Gullotta e Massimo Wertmuller

Visto l'interesse del pubblico televisivo per questa pellicola e l'affetto che ancora circonda la figura di Nino Manfredi in tanti si chiedono quando va in onda "In arte in onda"; dalla Rai si ipotizza la messa in onda su Rai1 a partire dalla seconda quindicina di febbraio o a marzo 2017.

Fonte: http://www.sceridan.com/

mercoledì 7 dicembre 2016

L'apertura del #RFF2016 sarà In Arte Nino, il film tv su Nino Manfredi

La decima edizione del Roma Fiction Fest apre in grande con In Arte Nino, film tv incentrato sulla figura di Nino Manfredi diretto dal figlio, Luca Manfredi. Protagonista della fiction è Elio Germano, che sarà anche presente sul red carpet per la Cerimonia di Apertura del Festival.

In Arte Nino è un viaggio nella vita di Nino Manfredi, dal 1943 quando, dopo l'esperienza del sanatorio, intraprende gli studi in Accademia d'Arte drammatica fino al successo nel 1958 con Canzonissima. Una storia che si intreccia con le speranze di un paese che vuole dimenticare la guerra e reinventarsi in un futuro migliore. Nel cast, oltre a Germano, troviamo Stefano Fresi, Miriam Leone, Giorgio Tirabassi, Duccio Camerini e Anna Ferruzzo. Il film, prodotto dalla Leone Cinematografica e distribuito da Rai Fiction, è stato scritto dagli stessi Elio Germano e Luca Manfredi insieme a Dido Castelli.


La proiezione a ingresso gratuito sarà mercoledì 7 dicembre alle ore 21:00 in Sala4 al The Space Cinema Moderno di Piazza della Repubblica.

Fonte: http://www.romafictionfest.org/

lunedì 5 dicembre 2016

Miriam Leone e il meglio della TV italiana sul nuovo Rolling Stone

È dicembre, fa freddo, si avvicina il Natale: non è un mese facile per stare fuori casa. Però è il periodo ideale per recuperare tutto quello che la TV ha passato nel 2016, ma anche, perché no, negli ultimi 60 anni (grazie Internet!). Con il numero di dicembre di Rolling Stone vogliamo darvi una mano a districarvi tra le centinaia di programmi e serie sfornati in Italia e in America con due classifiche speciali con il meglio del meglio della TV.

Abbiamo riassunto 60 anni di tv italiana nei 25 programmi più importanti, originali, indimenticabili: una super giuria – Alessandro Cattelan, Maurizio Costanzo, Carolina Crescentini, Giancarlo De Cataldo, Salvatore Esposito, Carlo Freccero, Giorgio Gherarducci, Marco Giusti, Fabio Guarnaccia, Francesco Lauber, Saverio Raimondo, Ludovica Rampoldi, Fatma Ruffini – ha eletto i migliori show e serie televisive italiane degli ultimi decenni.

“Ho lavorato abbastanza come autore televisivo per sapere una cosa – dice Giovanni Robertini, direttore di Rolling Stone – nella maggioranza dei casi, un programma che piace sui social fallisce alla prova dell’auditel e viceversa. Per questo, l’unico metro per stilare una hit parade degli show e delle serie più belle ho ritenuto fosse quello di radunare una giuria di qualità”. Come nella classifica compilata dal Rolling Stone americano, pubblicata insieme a quella italiana, a vincere sono le storie (ma non vi spoileriamo quali, diciamo solo che c’è un sacco di criminalità). Poi ci sono i programmi che prendono la televisione e la rovesciano, indagandone il senso e facendosene beffe, sempre affettuosamente: Mai dire gol, Blob, Quelli della notte e molti altri programmi che rappresentano l’arte tutta italiana del dissacrare il sacro, dall’interno. Cercare nella storia della tv significa ripercorrere a ritroso molte epoche attraverso l’evoluzione del costume, e come la classifica americana, anche la nostra farà discutere: per ognuno di questi programmi, ce n’è almeno un altro che avrebbe meritato di essere incluso.

Protagonista della cover story, madrina dello speciale dedicato alla televisione, Miriam Leone, classe 1985, protagonista nelle fiction 1992, Non uccidere, e nei film In guerra per amore e Fai bei sogni, ha appena finito di girare 1993 e sta per cominciare le riprese della seconda stagione di Non uccidere. «A scuola alle recite mi davano sempre la parte della Madonna. Muta. Ho detto alla maestra: fatemi fare casino», racconta Miriam Leone in una lunga intervista, accompagnata dalle foto scattate da Giovanni Gastel.

Ma in questo numero c’è molto altro oltre la TV: l’intervista a Alessandro Di Battista, uno dei personaggi chiave del Movimento 5 Stelle; Moby ci racconta il suo nuovo album; Pop X, il collettivo musicale che non sappiamo bene come descrivere al suo primo disco; Viggo Mortensen su Capitain Fantastic, la storia di un padre che vive isolato dalla società insieme alla sua famiglia; quello “strano” di Tim Burton, al ritorno alla regia con Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali; Rkomi, il giovane rapper di Calvairate con talento da vendere; Chef Rubio sul suo biopic di Natale; Tinie Tempah ci racconta Londra, il suo disco, e il suo (ottimo) rapporto con la moda. E poi Clint Eastwood e Tom Hanks sul film Sully, Alicia Keys, Paolo Conte, The Chainsmokers, Dj Khaled e molto altro…

Dal 2 dicembre in edicola in tutta Italia

Fonte: http://www.rollingstone.it/

lunedì 7 novembre 2016

Fratelli unici, lunedì 7 Novembre in prima serata su Rai 1

Il cinema italiano torna in tv: lunedì 7 Novembre 2016 va in onda alle ore 21.20 in prima visione su Rai 1, il film Fratelli Unici.

Diretta da Alessio Maria Federici, la commedia presenta un cast tutto italiano composto da Luca Argentero, Raoul Bova, Carolina Crescentini e Miriam Leone.

Pietro (Raoul Bova) è un uomo affermato che non sa più amare. Francesco (Luca Argentero), suo fratello, è un eterno ragazzino che non ha mai amato.

Hanno sempre sognato di essere figli unici, ma quando un incidente fa perdere la memoria a Pietro trasformandolo in un bambino, Francesco si ritrova a doversi occupare del fratello. La sua ex moglie Giulia (Carolina Crescentini) sta per risposarsi e non vuole avere a che fare con lui.

Francesco e Pietro cominciano a convivere nuovamente insieme dando inizio a una serie di avventure tragicomiche che coinvolgono la vicina di casa Sofia (Miriam Leone). Fino a quando un giorno, Pietro, uscendo di casa, incontra lo sguardo di una ragazza che gli fa battere il cuore.

Fonte: http://www.cinetivu.com/