mercoledì 25 febbraio 2015

Anticipata la messa in onda de "La Dama Velata"

Secondo Rai Pubblicità, la prima puntata della serie tv La Dama Velata dovrebbe andare in onda il 12 marzo su Rai1: una settimana di anticipo rispetto alla data inizialmente prevista!

mercoledì 18 febbraio 2015

"Non Uccidere": con Miriam Leone, Rai3 rilancia i centri di produzione TV di Torino

Anche Torino avrà "Un posto al Sole", o meglio una fiction in grado di garantire occupazione e radicamento della Rai in città, un po’ come avvenuto a Napoli con la popolare soap opera. La serie in questione, destinata alla prima serata di Rai3 nella prossima stagione, s’intitolerà Non Uccidere (ex Delitti in Famiglia), e proverà a dare una seconda vita agli studi Virtual e Multimedia Park di Corso Lombardia, meglio noti come Lumiq Studios.

Prodotta da Fremantle Media (la stessa casa di produzione di Upas) e approvata dalla Rai nel piano fiction per il 2014, "Non Uccidere" vedrà per protagonista Miriam Leone. Tra un mese e mezzo partiranno le riprese della prima stagione, composta da 12 puntate da 100 minuti. Dietro la macchina da presa ci sarà il regista Giuseppe Gagliardi, mentre tra gli sceneggiatori figura Claudio Corbucci. Come confermato da La Repubblica, i costi di produzione per la prima serie ammonterebbero a circa 10 milioni di euro.

Da diversi mesi sono inoltre già partiti i casting in collaborazione con Film Commission Piemonte per cercare attori e comparse. Nei prossimi mesi la Rai e Fremantle contano di impiegare 400 persone, tra artisti, autori e creativi, di cui il 90 per cento residenti a Torino o in Piemonte. Altri 200 saranno occupati tra servizi generici di produzione, manovalanza e sicurezza. Oltre 300 i set previsti tra esterni ed interni, fra questi la Questura, che sarà ricostruita su un’area di 900 metri quadri. A tutto ciò si andranno ad aggiungere le ricadute sull’indotto, catering, hotel, noleggi e fabbisogni di vario genere, che dovrebbero dare nuovi impulsi alla città e in particolare al quartiere Lucento.

Sempre stando a quanto riportato da La Repubblica, la serie tv avrà una durata di almeno tre anni. Dei quattro studi di Corso Lombardia, attualmente in fase di ristrutturazione, due passeranno in sub-concessione e poi in concessione alla Rai, che si occuperà della gestione e della manutenzione. Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore alle Partecipate della Città, Giuliana Tedesco, che in questi mesi ha seguito la trattativa su input del sindaco Fassino.
“Si tratta di una grande occasione. Virtual e Multimedia Park da zavorra e peso per il Comune si trasforma in un’opportunità di sviluppo non solo per il quartiere, ma per Torino. Obiettivo che abbiamo perseguito da quando si è deciso di mettere in liquidazione la società. Un cambio di passo che ci porta a rafforzare la presenza Rai in città”.

Le fa eco l’assessore al Patrimonio Gianguido Passoni, che dichiara:
“L’interesse per la Città è doppio, non solo il riutilizzo di un complesso immobiliare a rischio di progressivo degrado, ma la possibilità di rilanciare la città come centro di produzione cinematografica e televisiva”.

Una nuova rinascita televisiva dunque per la città di Torino. In realtà pochi ricordano che ben venti anni fa Giovanni Minoli propose la realizzazione di una soap – in seguito diventata Un Posto al Sole – nel capoluogo piemontese. A rivelarlo fu lo stesso giornalista nel 2012 a Dogliani, nel corso del festival della televisione e dei nuovi media.
“Sono torinese e sarei stato contento se il progetto si fosse realizzato nella mia città, ma non fu possibile. La realizzazione della fiction modificava il modo di lavorare e non era prevista dai contratti di lavoro in vigore quindici anni fa. I sindacati della Rai di Torino alzarono un muro difendendo le regole del contratto di lavoro di allora. Non ci fu nulla da fare.”

Così lo stesso Minoli decise il trasloco della produzione a Napoli.
“A Napoli proposi alla Cgil una sperimentazione di un anno: se non avesse funzionato avremmo smesso la produzione. Oggi siamo alla puntata numero 3.500 e la fiction è diventata una vera cassaforte per la Rai, sia in termini di pubblicità, sia per la vendita dei diritti all’estero. Con quella produzione Torino avrebbe potuto tornare ad essere la capitale della tv”.

Fonte: http://www.davidemaggio.it/

martedì 17 febbraio 2015

"La Dama Velata": Speciale dietro le quinte e Promo

Miriam, sarà Clara Grandi Fossà, la protagonista della fiction tv in 6 puntate "La Dama Velata" che andrà in onda da giovedì 19 marzo in prima serata su Rai1. Nell'attesa ecco uno speciale dietro le quinte e i promo:

giovedì 12 febbraio 2015

La stampa internazionale celebra la serie "1992"


Le foto dell'evento: Eventi 2015
Già all’indomani del debutto al Festival di Berlino la mega produzione di Sky 1992 raccoglie il plauso della stampa internazionale. Uno dei principali quotidiani tedeschi, il Frankfurter Allgemeine Zeitung, scrive oggi “Raramente un paese ha il coraggio di guardarsi allo specchio come in questo caso" e ancora "Dopo Gomorra, serie di mafia senza eguali per spietatezza e realismo, basata sulle ricerche di Roberto Saviano, Sky Italia ci riprova per la seconda volta con una propria produzione in cui il Belpaese mette a nudo le proprie ferite".

E all'indomani dell'anteprima a Berlino dove 1992 – la serie di Sky prodotta da Wildside, diretta da Giuseppe Gagliardi e nata da un’idea di Stefano Accorsi -è stata accolta con 3 minuti di applausi l’Hollywood Reporter commentava: "Non si può nascondere che il pilot di 1992 sia un lavoro avvincente" alla vigilia del debutto alla Berlinale Le Monde sulle pagine del suo magazine M Le Magazine Du Monde annunciava l'arrivo della serie dopo i successi di Romanzo Criminale e Gomorra – La serie, come interessante "tuffo negli affari politico finanziari che scossero il paese di quegli anni" e Variety annunciava una manciata di giorni fa il debutto internazionale di "1992” in contemporanea su Sky in 5 paesi il 24 marzo (Italia, Germania, Austria, Regno Unito e Irlanda) come " Un gran bel colpo per l'industria televisiva italiana".

Fonte: http://skyatlantic.sky.it/

lunedì 9 febbraio 2015

"La Dama Velata" dal 19 marzo su Rai1

Finalmente, grazie alla segnalazione di Fiction Italia News, abbiamo una data per la prima puntata della serie tv La Dama Velata. La fiction, andrà in onda dal 19 marzo su Rai1 tutti i giovedì in prima serata!
Ecco una breve trama:
Storia ambientata all’inizio del Novecento che unisce più generi letterari quali melò, mistery e racconto giallo.
Racconta la vita di Clara Grandi Fossà, eroina d’altri tempi, determinata a scoprire gli intrighi e i misteri che si celano tra le pareti domestiche e soprattutto a capire quale mente malvagia si nasconde dietro il tentato omicidio ai suoi danni fatto passare per suicidio. Quadro storico che narra, attraverso le vicende di Clara, i segnali dell’evoluzione della famiglia dell’epoca a quella moderna e dei valori su cui si fonda.

venerdì 6 febbraio 2015

Italian Political Thriller '1992' to Premiere Across Sky's Five Markets

Following on the heels the crime-drama Fortitude, Italian political thriller 1992 is set to become the second show to launch simultaneously across all five Sky markets in 2015. The show will receive its world premiere Monday In Berlin
and debut March 24 on Sky Atlantic HD in Austria, Germany and Italy, and Sky Arts in the U.K. and Ireland.

Sky Italia is in full production mode after the success of their Naples mafia-drama Gomorrah, the highest rated series ever on the channel, which sold to over 100 territories, including to the Weinstein Company in the U.S. They’re producing the 10-episode season along with Italian company Wildside. Beta Film, which also handled the Gomorrah deals, handled sales for the 1992 cross-channel deal.

Gary Davey, managing director of content at Sky said of the announcement, “This is another breakthrough series from the ‘old world’ from the new European Sky family."

Based on an idea by actor Stefano Accorsi, 1992 looks at one of Italy’s many tumultuous political periods when several politicians and public figures were accused of corruption during the Mani Pulite ("Clean Hands") investigation. Thousands of Italians were people were charged, leading to many of the accused committing suicide and the collapse of the First Republic.

In addition to Accorsi, the show also stars Guido Caprino, Domenico Diele, Miriam Leone, Tea Falco and Alessandro Roja navigating multiple story lines involving characters across mafia, police, and politics.

Fonte: http://www.hollywoodreporter.com/

giovedì 22 gennaio 2015

Tangentopoli a Berlino

L'attesa nuova serie italiana prodotta da Sky, 1992 incentrata su Tangentopoli e creata da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo sarà presentata in anteprima mondiale al Festival di Berlino (5 - 15 febbraio) nella sezione dedicata ai format seriali.
Interpretata da Stefano Accorsi, Guido Caprino, Domenico Diele, Miriam Leone, Tea Falco e Alessandro Roja, 1992 è stata selezionata insieme alla danese Follow the Money, alle americane Better Call Saul e Bloodline, alle tedesche Blochin e Deutschland 83, alla svedese Blå Ögon (Blue Eyes) e all'israeliana False Flag.

Fonte: http://www.cinematografo.it/